Il lavoratore subordinato con azioni ma liberamente licenziabile: la nuova figura dell’employee shareholder in Gran Bretagna

Translated title of the contribution: The Employee with Shares albeit Dismissable upon Discretion: the New Notion of Employee Shareholder in Great Britain

Pierdomenico De Gioia-Carabellese, Antonella Sargiorgio

Research output: Contribution to journalArticle

Abstract

Lo scopo di questo lavoro è quello di approfondire ed analizzare, con riferimento specifico all’ordinamento britannico, l’impatto della nuova categoria del dipendente-azionista dietro lo sfondo della teoria tradizionale che contrappone il contratto di lavoro dipendente (contract of service) al contratto di lavoro autonomo (contract for services). Sarà fornito un commento in merito alle norme del “Growth and Infrastructure Act 2013”, che ha introdotto la categoria del dipendente-azionista, unitamente ad una disamina degli obblighi impliciti (implied duties) tradizionalmente riferiti ai contratti di lavoro in cui la prestazione va eseguita personalmente. Uno dei temi di analisi è volto a stabilire se e come tali obblighi troveranno applicazione nella futura (ed ibrida) regolamentazione statutaria del dipendente-azionista.
Infine, il presente contributo vuole far emergere possibili criticità insite nella legislazione britannica riguardo ai dipendenti-azionisti, anche da un diverso angolo di osservazione non strettamente giuslavoristico. Una di queste concerne la sistematica offerta di azioni e la accettazione della perdita di status di dipendente, aspetti che andrebbero a mal conciliarsi con la legislazione comunitaria circa la pubblicazione di un prospetto e l’onere di comunicazione alle organizzazioni sindacali del piano di eccedenza di mano d’opera e dei licenziamenti.
Original languageItalian
JournalDiritto delle Relazioni Industriali
Publication statusAccepted/In press - 1 Jan 2016

Fingerprint

Employees
Discretion
Mano

Cite this

@article{2dcc9dab38fa4e7095063c9a64cbfd32,
title = "Il lavoratore subordinato con azioni ma liberamente licenziabile: la nuova figura dell’employee shareholder in Gran Bretagna",
abstract = "Lo scopo di questo lavoro {\`e} quello di approfondire ed analizzare, con riferimento specifico all’ordinamento britannico, l’impatto della nuova categoria del dipendente-azionista dietro lo sfondo della teoria tradizionale che contrappone il contratto di lavoro dipendente (contract of service) al contratto di lavoro autonomo (contract for services). Sar{\`a} fornito un commento in merito alle norme del “Growth and Infrastructure Act 2013”, che ha introdotto la categoria del dipendente-azionista, unitamente ad una disamina degli obblighi impliciti (implied duties) tradizionalmente riferiti ai contratti di lavoro in cui la prestazione va eseguita personalmente. Uno dei temi di analisi {\`e} volto a stabilire se e come tali obblighi troveranno applicazione nella futura (ed ibrida) regolamentazione statutaria del dipendente-azionista. Infine, il presente contributo vuole far emergere possibili criticit{\`a} insite nella legislazione britannica riguardo ai dipendenti-azionisti, anche da un diverso angolo di osservazione non strettamente giuslavoristico. Una di queste concerne la sistematica offerta di azioni e la accettazione della perdita di status di dipendente, aspetti che andrebbero a mal conciliarsi con la legislazione comunitaria circa la pubblicazione di un prospetto e l’onere di comunicazione alle organizzazioni sindacali del piano di eccedenza di mano d’opera e dei licenziamenti.",
author = "{De Gioia-Carabellese}, Pierdomenico and Antonella Sargiorgio",
year = "2016",
month = "1",
day = "1",
language = "Italian",
journal = "Diritto delle Relazioni Industriali",
issn = "1121-8762",

}

Il lavoratore subordinato con azioni ma liberamente licenziabile: la nuova figura dell’employee shareholder in Gran Bretagna. / De Gioia-Carabellese, Pierdomenico; Sargiorgio, Antonella .

In: Diritto delle Relazioni Industriali, 01.01.2016.

Research output: Contribution to journalArticle

TY - JOUR

T1 - Il lavoratore subordinato con azioni ma liberamente licenziabile: la nuova figura dell’employee shareholder in Gran Bretagna

AU - De Gioia-Carabellese, Pierdomenico

AU - Sargiorgio, Antonella

PY - 2016/1/1

Y1 - 2016/1/1

N2 - Lo scopo di questo lavoro è quello di approfondire ed analizzare, con riferimento specifico all’ordinamento britannico, l’impatto della nuova categoria del dipendente-azionista dietro lo sfondo della teoria tradizionale che contrappone il contratto di lavoro dipendente (contract of service) al contratto di lavoro autonomo (contract for services). Sarà fornito un commento in merito alle norme del “Growth and Infrastructure Act 2013”, che ha introdotto la categoria del dipendente-azionista, unitamente ad una disamina degli obblighi impliciti (implied duties) tradizionalmente riferiti ai contratti di lavoro in cui la prestazione va eseguita personalmente. Uno dei temi di analisi è volto a stabilire se e come tali obblighi troveranno applicazione nella futura (ed ibrida) regolamentazione statutaria del dipendente-azionista. Infine, il presente contributo vuole far emergere possibili criticità insite nella legislazione britannica riguardo ai dipendenti-azionisti, anche da un diverso angolo di osservazione non strettamente giuslavoristico. Una di queste concerne la sistematica offerta di azioni e la accettazione della perdita di status di dipendente, aspetti che andrebbero a mal conciliarsi con la legislazione comunitaria circa la pubblicazione di un prospetto e l’onere di comunicazione alle organizzazioni sindacali del piano di eccedenza di mano d’opera e dei licenziamenti.

AB - Lo scopo di questo lavoro è quello di approfondire ed analizzare, con riferimento specifico all’ordinamento britannico, l’impatto della nuova categoria del dipendente-azionista dietro lo sfondo della teoria tradizionale che contrappone il contratto di lavoro dipendente (contract of service) al contratto di lavoro autonomo (contract for services). Sarà fornito un commento in merito alle norme del “Growth and Infrastructure Act 2013”, che ha introdotto la categoria del dipendente-azionista, unitamente ad una disamina degli obblighi impliciti (implied duties) tradizionalmente riferiti ai contratti di lavoro in cui la prestazione va eseguita personalmente. Uno dei temi di analisi è volto a stabilire se e come tali obblighi troveranno applicazione nella futura (ed ibrida) regolamentazione statutaria del dipendente-azionista. Infine, il presente contributo vuole far emergere possibili criticità insite nella legislazione britannica riguardo ai dipendenti-azionisti, anche da un diverso angolo di osservazione non strettamente giuslavoristico. Una di queste concerne la sistematica offerta di azioni e la accettazione della perdita di status di dipendente, aspetti che andrebbero a mal conciliarsi con la legislazione comunitaria circa la pubblicazione di un prospetto e l’onere di comunicazione alle organizzazioni sindacali del piano di eccedenza di mano d’opera e dei licenziamenti.

M3 - Article

JO - Diritto delle Relazioni Industriali

JF - Diritto delle Relazioni Industriali

SN - 1121-8762

ER -